Autunno 2012 – Il progetto della creazione di un Codice Deontologico del Musicista Professionista nasce su proposta dell’avv. Andrea Marco Ricci, Presidente dell’Associazione Note Legali, realtà no profit bolognese che si occupa, dal 2006, di proporre attività e iniziative utili al miglioramento delle condizioni professionali di musicisti e operatori del settore.

12 novembre 2012 – L’idea viene discussa inizialmente durante l’assemblea annuale dei soci di Note Legali, a Bologna, dalla quale emergono numerosi punti di vista e osservazioni.

24 novembre 2012 – Il confronto prosegue a distanza, grazie ad un Forum online creato ad hoc, aperto anche ai non soci dell’associazione.

25 marzo 2013 – La prima bozza del documento, elaborata dall’avv. Andrea Marco Ricci, dall’avv. Marco Imperale e dall’artista Paolo Caruso, e approvata dal Consiglio Direttivo dell’associazione viene discussa e approvata con modifiche, dopo un dibattito in gruppi di lavoro, durante l’assemblea dei soci Note Legali, a Bologna.

15 giugno 2013 – La versione 1.0 versione 1.0 del Codice Deontologico del Musicista Professionista, viene presentato ufficialmente il 15 giugno 2013 al Music Italy Show di Bologna con gli interventi del Presidente di Note Legali Andrea Marco Ricci, il Segretario Generale delle FeLSA CISL S&C Michele Massimo Pontoriero, l’On. Michela Montevecchi (M5S), membro della Commissione Cultura del Senato, e l’artista Massimo Varini.

25 settembre 2013 – Il Sindacato dei Lavoratori Indipendenti dello Spettacolo e della Comunicazione S&C FeLSA CISL, appoggia l’iniziativa. Alcune prime osservazioni del Segretario Generale delle FeLSA CISL S&C Michele Massimo Pontoriero, vengono introdotte nel Codice.

26 settembre 2013 – Viene creato il sito www.codicedeontologicomusicisti.it e viene pubblicata la versione 1.1 del Codice.

27 settembre 2013 – Massimo Varini è il primo artista a dare ufficialmente la propria adesione al Codice.

28 settembre 2013 –  Il Codice viene presentato il 28 settembre al M.E.I. di Faenza.

23 ottobre 2013 – Il sito www.codicedeontologicomusicisti.it viene ufficialmente lanciato e diffuso al pubblico.

23 ottobre 2013 – L’A.S.A.E. – Associazione Sindacale Autori Editori – aderisce all’iniziativa.

25 ottobre 2013 – L’SLC CGIL – Sindacato Lavoratori della Comunicazione della CGIL – aderisce all’iniziativa.

26 novembre 2013 – DISMA Musica concede il proprio patrocinio all’iniziativa.

29 novembre 2013 – Note Legali organizzata a Roma una riunione tra le principali sigle sindacali e associazioni di categoria del settore per definire strategie, percorsi e impegni comuni volti al miglioramento e alla massima diffusione del Codice e delle iniziative ad esso correlate. Partecipano rappresentanti o delegati di: SLC CGIL, FeLSA CISL, UGL Creativi, ANPAD, UNCLA, ACEP, SOS Musicisti, ASAE, AIA.

29 novembre 2013 – UGL Creativi – Sindacato Nazionale dei Creativi dell’Unione Generale del Lavoro – aderisce all’iniziativa.

7 dicembre 2013 – Il Codice Deontologico viene presentato al MEDIMEX, il Salone dell’Innovazione Musicale di Bari

E questo è solo l’inizio… qui i progetti futuri!

 

One thought on “La storia

  1. […] cui FELSA CISL & C. Per maggiori informazioni invitiamo a leggere la sezione Iniziativa, la Storia e le Prossime Tappe. All’apertura delle adesioni, sono numerosi gli artisti che lo hanno già […]

Lascia un Commento